La storia/History

Italia

La torre dei Lamberti è una torre medioevale di Verona, alta 84 metri, che svetta da piazza da Piazza Erbe, l’antico Foro romano, nel centro storico della città.  La torre fu voluta dalla potente famiglia Lamberti, che iniziò a farla costruire nel XI secolo. A quell’epoca risale la parte più bassa in conci di cotto e tufo. Nel 1140, in piena età comunale, fu eletta la torre civica e venne installata la prima campana, di cui non si sa nulla. Nel 1272 gli statuti stabilirono che, oltre alla campana dell’Arengo (poi denominata Rengo, chiamava in adunanza), ve ne fosse anche un’altra, la Marangona (deriva da “marangon”, che significa falegname), per segnalare l’inizio e la fine delle attività lavorative.

eng

“Torre dei Lamberti” is a medioeval tower in Verona, it’s 84 metres high and it’s situated in Piazza Erbe. The tower was built by the Lamberti family, the building of the tower was started in XIth century. The lower part of the tower is of XIth century and it was composed of fired brick and tufa. In 1140 the first bell was installed in 1272, it was established that there would be another one, “La  Marangona”, that was used to indicate the start and the end of the day. And the other bell, largest one , called Rengo, is used to call the population to arms or to invoke the city’s councils.



matematica

La torre dei Lamberti ha  base quadrata, ma la forma geometrica più alta è un ottagono. Se la si guarda dal basso verso l’alto forma un rettangolo. La proporzione è considerata un sinonimo di rapporto, e il rapporto tra due numeri reali a e  il secondo dei quali è diverso da zero, cioè il quoziente del primo numero rispetto al secondo.

Viene indicato con: a:b oppure a/b

Il termine proporzionale ha significato anche con la relazione fra quattro numeri a:b =  c:d oppure a/b = c/d

Geometria di Base

In geometria, il quadrato è un quadrilatero regolare,cioè un poligono con quattro lati congruenti e quattro angoli uguali. Il quadrato è un caso particolare di rombo (in quanto ha tutti e quattro i lati uguali) e di rettangolo (in quanto ha quattro angoli uguali) quindi è un caso particolare di parallelogramma (in quanto ha i lati a due a due paralleli).

Per trovare la diagonale si utilizza la formula: DIAGONALE : lato · √²

Ma si può calcolare anche con il teorema di Pitagora: AC= √AD+DC² = √l²+l² = √l ·  2

Ciascuna diagonale, infatti, divide il quadrato in due triangoli rettangoli per il quali vale che la somma dei quadrati costruiti sui cateti è uguale al quadrato costruito sull’ipotenusa, che è la diagonale.

Per trovare l’area e perimetro del quadrato si usano le seguenti formule:

PERIMETRO = lato x 4

AREA = l²

Da questa definizione segue che in un rettangolo ciascuna delle due coppie di lati opposti è costituita da lati congruenti; in altre parole sono particolari parallelogrammi. I rettangoli sono anche particolari quadrilateri ciclici aventi come diagonali due diametri del cerchio circoscritto.

Di solito si dice che un rettangolo non ha tutti i lati congruenti come un quadrato ma si dice che è una figura oblunga.

Quando si presenta un rettangolo nel piano cartesiano e questo ha due lati sensibilmente più lunghi degli altri due e disposti orizzontalmente, si parla di rettangolo largo; se invece i lati più lunghi sono disposti verticalmente si parla di rettangolo sottile.

In geometria il sostantivo rettangolo denota il quadrilatero con tutti gli angoli interni congruenti tra loro (e quindi retti). La lunghezza dei due lati opposti più lunghi viene chiamata lunghezza o base del rettangolo, mentre la lunghezza dei due lati più corti viene chiamata larghezza o altezza. Si dice che l’area di un rettangolo è data dal prodotto della sua lunghezza per la sua larghezza ovvero dal prodotto della sua base per la sua altezza.

Formule: AREA b x h

PERIMETRO = 2xb+2xh

DIAGONALE = √b²+h²

Come ogni poligono regolare, l’ottagono regolare è inscrivibile e circoscrittibile ad una circonferenza; esso ha tanti assi di simmetria quanti sono i suoi lati (4 passanti per i vertici e 4 passanti per i punti medi dei lati); il centro di simmetria dell’ottagono è il centro della circonferenza inscritta (coincidente con il centro di quella circoscritta). La misura del lato di un ottagono regolare è: l = r√2-√2 dove r è il raggio della circonferenza circoscritta.

 

Progetto realizzato da Mohamed Dilshath

Progetto Mohamed Dilshath

 

Potrebbero interessarti anche:

Arena di Verona - Basilica di San Zeno - Colonne del Duomo di Verona - Torre dei Lamberti Piazza delle Erbe e la sua fontana - Cardo e Decumano Massimo - Stadio Bentegodi Battistero del Duomo di Verona - Teatro Romano - Arco dei Gavi - Campanile del Duomo di Verona - Porta Borsari - Chiesa di San Lorenzo - Facciata del Duomo di Verona - L'arco della Chiesa di Santa Anastasia - Pala della Vergine di Girolamo Dai Libri  - Rosone di San Zeno

 

Utilizziamo i cookies per migliorare la tua navigazione. Proseguendo ne accetti l'utilizzo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci"